Home Feedback Language



 
Strumenti personali

dot Fabriano, Ariston continua a crescere: utili +24%, nuova apertura in Vietnam e al mercato sudafricano



immagineIl Gruppo inaugura un nuovo stabilimento in Vietnam e annuncia l’acquisizione del secondo operatore nel mercato degli scaldacqua in Sudafrica. Risultati 2013: fatturato, utile e investimenti ancora in crescita.

Ariston Thermo, società globale tra i leader nel settore del comfort termico (riscaldamento dell’acqua e degli ambienti), inaugura oggi inVietnam, nei pressi di Hanoi, un nuovo stabilimento produttivo che servirà il mercato locale e i Paesi del sud est asiatico.

Nell’occasione il Gruppo annuncia anche l’acquisizione di Heat Tech Geysers, secondo player nel mercato sudafricano degli scaldacqua, e comunica i risultati 2013.

Il nuovo stabilimento occuperà circa 300 persone e un area di oltre 50.000 m² e produrrà fino a 1.000.000 di scaldacqua elettrici l’anno.
Grazie a questo nuovo sito Ariston Thermo migliora ulteriormente la propria capacità di risposta alle esigenze dei mercati del sud est asiatico.

“Questo nuovo stabilimento è l’espressione concreta della nostra strategia di crescita globale che si sviluppa attraverso una forte presenza internazionale combinata al radicamento nel territorio, per essere il più possibile vicino ai nostri clienti.” - ha commentato Paolo Merloni, Presidente di Ariston Thermo – “Con l’odierna apertura rafforziamo la nostra capacità produttiva all’interno dei Paesi del sud est asiatico, area in forte crescita di cui il Vietnam è il punto centrale nella nostra strategia di sviluppo”.

L’inaugurazione odierna è il punto di arrivo di un lungo percorso di successo per Ariston Thermo in Vietnam, dove il Gruppo, con una presenza che risale al 1988, è leader di mercato con Ariston, uno dei marchi italiani più rispettati e famosi nel Paese.

Nei primi mesi del 2014, il Gruppo ha continuato la sua espansione internazionale entrando direttamente nel mercato sudafricano, nel quale Ariston Thermo non era ancora direttamente presente, tramite l’acquisizione una società dinamica e in forte crescita.

Ariston Thermo ha concluso l’acquisizione del 100% di Heat Tech Geysers, secondo player nel mercato sudafricano degli scaldacqua, una realtà che occupa oltre 150 persone e con un fatturato 2013 pari a € 15 milioni, in crescita rispetto al fatturato 2012. Transilnk Corporate Finance ha agito come advisor finanziario esclusivo.

Contestualmente all’inaugurazione odierna e all’acquisizione di Heat Tech Geysers, Ariston Thermo comunica i risultati 2013.
• Ricavi per € 1.335 milioni in aumento dello 0,8% (+ 2,4% a omogeneità di perimetro e cambi).
• EBITDA adjusted a € 141 milioni, in crescita del 7,6%.
• EBIT a € 99 milioni, in crescita del 16,5%.
• Utile netto a € 62 milioni, in aumento del 24%.
• Investimenti e R&D salgono a € 61 milioni, rispetto ai 58 milioni del 2012.

Il gruppo ha conseguito ricavi durante l’anno per € 1.335 milioni, in aumento dello 0,8% sul 2012 (+ 2,4% a omogeneità di perimetro e cambi), ottenendo una crescita dell’EBITDA adjusted del 7,6% a € 141 milioni e dell’EBIT del 16,5% a € 99 milioni. L’utile netto ha registrato un aumento del 24%, attestandosi a € 62 milioni, e la posizione finanziaria netta è positiva per € 47 milioni.

La società ha ulteriormente incrementato gli investimenti e le risorse destinate all’R&D, che durante il 2013 hanno raggiunto un totale di € 61 milioni contro i 58 dell'anno precedente.

Nel corso del 2013 Ariston Thermo ha compiuto passi importanti, in linea con l’obiettivo del Gruppo di continuare a crescere sia nei mercati maturi sia nei mercati a rapido sviluppo, investendo nel miglioramento dei propri prodotti e nell’aumento della propria presenza internazionale. Nei primi mesi dell’anno la società ha riacquistato azioni proprie detenute da Intesa Sanpaolo, BNL e IMI Investimenti SpA, per un valore di € 104,8 milioni. Tramite questa operazione il Gruppo ha aumentato ulteriormente la propria flessibilità strategica utilizzando la propria liquidità.

Con l’obiettivo di continuare a migliorare i propri prodotti e le proprie soluzioni ad alta efficienza energetica e che fanno uso di energia da fonti rinnovabili, Ariston Thermo ha ottenuto un finanziamento di € 40 milioni – della durata di 10 anni – dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI), che saranno desinati alle attività di ricerca e sviluppo.

A metà 2013 Ariston Thermo ha annunciato due importanti operazioni, la prima sul mercato italiano, tramite l’acquisizione di DhE – azienda italiana specializzata nella produzione di componenti elettrici – e la seconda in Uzbekistan, con la creazione di una joint venture con Uztransgaz – controllata della holding statale dell’energia Uzbekneftegaz – dedicata alla produzione e alla vendita di prodotti ad alta efficienza energetica per il mercato locale.

A inizio 2014 il Gruppo ha nominato Leonardo Senni Amministratore Delegato.

Con l’obiettivo di diversificare le fonti di finanziamento e aumentare ulteriormente la propria flessibilità strategica, Ariston Thermo ha emesso e collocato titoli per un valore di 50 milioni di dollari (circa 37 milioni di Euro) presso Pricoa Capital Group – uno dei principali player del mercato dei private placement statunitense ed europeo – nell’ambito di un contratto shelf che prevede la possibilità di estendere il collocamento fino a 150 milioni di dollari. I titoli sono stati emessi in un'unica tranche, con una durata di 7 anni con tasso fisso Euro coupon pari al 3,68%, e hanno consentito al Gruppo di entrare nel mercato americano del private placement.

Per il 2014, Ariston Thermo si pone l’obiettivo di crescere ulteriormente grazie alla continua evoluzione dei prodotti, sistemi e servizi per i propri clienti. Il Gruppo continuerà puntare sui propri brand, aumentando ancora gli investimenti in marketing e comunicazione, affinché possano affermarsi con sempre maggior forza nei diversi mercati. Nuovi investimenti saranno destinati inoltre a potenziare il footprint industriale e le attività di ricerca e sviluppo.

“Durante il 2013 abbiamo aumentato ulteriormente la nostra presenza internazionale con importanti operazioni di sviluppo, rafforzando al tempo stesso la nostra presenza in Europa e in Italia attraverso l’incremento degli investimenti dedicati alla ricerca e lo sviluppo” - ha commentato Paolo Merloni, Presidente di Ariston Thermo. “Nello scenario competitivo il Gruppo si trova oggi in una posizione eccellente, ben bilanciata sia geograficamente sia nelle diverse aree di business, e per il 2014 punta a continuare a crescere grazie alla sua presenza internazionale, alla forza dei propri marchi e al miglioramento delle proprie soluzioni”.

da Ariston Thermo Group
Creato da phuongthao
Ultima modifica 09-05-2014

Copyright by VietNam Ministry of Foreign Affairs